utilizzo della modalità di certificazione massiva per l’inoltro delle richieste di certificati del Casellario.

Il Ministero di Giustizia offre alle pubbliche amministrazioni e agli enti incaricati di un pubblico servizio (es: scuole paritarie, parificate, legalmente riconosciute) un programma, scaricabile online al link: http://www.giustizia.it/giustizia/it/mg_3_3_4.wp?previsiousPage=mg_12_1_4_3 )

tramite il quale possono essere generati i files contenenti la richiesta di accertamento (con l’indicazione del richiedente) e le generalità delle persone per le quali è richiesto l’accertamento.

Tali files così generati, inviati mezzo posta elettronica certificata sull’indirizzo di pec della procura della repubblica della tua provincia (esempio: casellario.procura.xxxxxx@giustiziacert.it (al posto delle xxxxxxx devi mettere la provincia) – unitamente al modulo di richiesta intestato e protocollato – , consentono la lettura del contenuto in maniera automatizzata da parte del Sistema Informativo del Casellario e la restituzione immediata (in tempo reale) delle risultanze, firmate digitalmente, in formato pdf.

Tali risultanze, vengono poi da questo ufficio rese stesso mezzo (pec) all’Ufficio richiedente, che provvede alla stampa o al salvataggio dei dati (ove fosse in uso il fascicolo elettronico).

L’elaborazione dei file avviene quotidianamente, parallelamente alle operazioni di ricezione e scarico della posta elettronica certificata.

L’utilizzo di tale modalità, pertanto, consente una gestione celere delle richieste ed una evasione (con invio delle risposte) quasi immediata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.