09) Esempio disciplinare

Esempio di disciplinare tratto da:

LINEE GUIDA PER LA PREDISPOSIZIONE DEL DISCIPLINARE DELLE RDO RELATIVE AL PROGETTO LIM 2011

 

Il presente documento ha la sola funzione di fornire un utile supporto ai Punti Ordinanti nella predisposizione delle RDO relative al Progetto ……….. Si precisa che rimane, comunque, in capo a ciascun Punto Ordinante l’onere di verificare ed eventualmente integrare/modificare tale documento in funzione delle proprie specifiche esigenze, del Capitolato tecnico predisposto per la RDO e dei propri regolamenti interni

 


il disciplinare non è necessario, comunque meno scrivi meglio è.


 

DISCIPLINARE DELLA RDO n. ………………………… – PROGETTO ……………..

 

  1. PREMESSA

 

 

Procedura negoziata, ai sensi dell’art. 125 del D.L.vo n. 163 del 12.04.06 e s.m.i., promossa da ………….. quale Scuola Punto Ordinante per l’acquisto di ……………… e dei relativi servizi connessi mediante “richiesta di offerta” nell’ambito del Mercato Elettronico della P.A. (MEPA).

I termini entro i quali poter inoltrare richieste di chiarimento sono indicati nel riepilogo della RdO a sistema. Le risposte alle richieste di chiarimento verranno inviate alla scadenza dei predetti termini a tutti i partecipanti per via telematica attraverso la funzione dedicata nel Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MEPA).

 

  1. OGGETTO

 

La fornitura di ………………… e dei relativi servizi connessi così come disposto nel Capitolato Tecnico della presente RDO allegato al presente disciplinare.

Importo posto a base d’asta € ………………… IVA ESCLUSA.

Quantitativo della RDO n. …………. secondo quanto disposto dal Capitolato tecnico speciale e dalla tabella di seguito riportata.

 

Il Responsabile del procedimento ai sensi dell’art. 10, del D.Lgs n.163/06, è ___________ (DSGA).

 

Il contratto avente ad oggetto la fornitura di …………………. e relativi servizi connessi prevede la prestazione dei servizi di manutenzione ed assistenza per la durata di 48 (quarantotto) mesi, dalla data di accettazione della fornitura, così come previsto al successivo paragrafo 10.3.

 

3          INDICAZIONE CIG E TRACCIABILITA’ FLUSSI FINANZIARI

Per consentire gli adempimenti previsti dalla L.136/2010 così come modificata e integrata dal Decreto Legge 12 novembre 2010 n. 187 si comunica che il CIG è il seguente……………….…..

 

In particolare, si rammenta che il fornitore aggiudicatario assume gli obblighi di tracciabilità di cui alla predetta normativa, pena la nullità assoluta del contratto. Il fornitore aggiudicatario dovrà inoltre garantire gli obblighi di tracciabilità di cui sopra, da parte di eventuali subappaltatori e/o subcontraenti. La scrivente amministrazione si riserva la facoltà di attuare eventuali verifiche sui contratti sottoscritti tra le parti.

 

 

(Parte eventuale, da inserire solo per procedure pari o superiori ai 150.000 euro)

 

Le istruzioni operative relative al pagamento della suddetta contribuzione sono pubblicate e consultabili al seguente indirizzo internet: http://www.avcp.it/riscossioni.html.

 

Il suddetto codice identificativo della gara (CIG), è valido anche ai fini delle contribuzioni dovute, ai sensi dell’art. 1, commi 65 e 67, della legge 23 dicembre 2005, n. 266 e s.m.i., dagli operatori economici che intendono partecipare alla gara in oggetto.

 

A riprova dell’avvenuto pagamento del contributo all’AVCP, il partecipante deve inviare per via telematica attraverso la funzione dedicata nel Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MEPA):

 

–         in caso di versamento on line, copia dell’e-mail di conferma, trasmessa dal sistema di riscossione, del versamento del contributo corredata da dichiarazione di autenticità, sottoscritta con firma digitale del legale rappresentante del concorrente;

–         in caso di versamento sul conto corrente postale, copia della ricevuta del versamento del contributo corredata da dichiarazione di autenticità, sottoscritta con firma digitale del legale rappresentante del concorrente;

–         in qualsiasi caso di versamento, copia (stampa) della pagina web del sito dell’Autorità (www.avcp.it/riscossioni2008.html) attestante l’avvenuto pagamento del contributo, laddove tale funzionalità sia consentita dal sito sopra indicato; resta a carico del concorrente l’onere di verificare l’effettiva operatività di tale funzionalità, sempre corredata da dichiarazione di autenticità, sottoscritta con firma digitale del legale rappresentante del concorrente.


4          SICUREZZA

 

  • Rischi da Interferenze ( 26, comma 3 ter, del d. lgs. 9 aprile 2008 n. 81)

 

Ai sensi dell’art. 26, comma 3 ter, del d. lgs. 9 aprile 2008 n. 81, la Scuola Punto Ordinante ha redatto il “Documento di valutazione dei rischi standard da interferenze” (DVRI standard – in allegato alla presente RdO).

 

Resta inteso che i costi relativi ai rischi da interferenze indicati nel DVRI allegato alla presente RdO sono compresi nell’importo posto a base d’asta.

 

  • Oneri della sicurezza ( 87, comma 4, del D.lgs. n. 163/2006)

 

Per quanto concerne gli oneri della sicurezza relativi alla presente procedura il prezzo complessivo indicato dal concorrente deve intendersi comprensivo di tali costi sicurezza.

 

Se i costi di cui al precedente periodo sono superiori a zero, i concorrenti dovranno indicare in sede di offerta la stima dei costi relativi alla sicurezza di cui all’art. 87, comma 4, del D.lgs. n. 163/2006.

 

 

  1. LUOGO DI ESECUZIONE DELLE PRESTAZIONI

 

L’aggiudicatario dovrà eseguire le prestazioni contrattuali presso:

 

Città Provincia  Dirigente Scolastico
Tel. Via E-mail

 

 

6          MODALITÀ E ULTERIORI CONDIZIONI PER LA PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE

 

 

(Da inserire solo per procedure superiori ai 150.00 euro)

Entro il medesimo termine il concorrente dovrà altresì inviare in formato elettronico secondo le modalità sopra indicate (Paragrafo 2.1), copia del documento attestante l’avvenuto pagamento del contributo di cui all’art. 1, comma 65 e 67, della L. 23 dicembre 2005, n. 266, recante evidenza del codice di identificazione (CIG:………………….).

 

 

6.1       Documenti richiesti in relazione all’oggetto della fornitura

 

Richieste di tipo tecnico da produrre a pena di esclusione: DICHIARAZIONE N. 1

 

L’offerta dovrà contenere, oltre a quanto previsto nel Capitolato tecnico della presente RDO, a pena di esclusione, la dichiarazione, firmata digitalmente dal legale rappresentante, contenente:

 

  • l’impegno del concorrente a nominare un Referente/Responsabile tecnico del servizio. Tale figura dovrà essere garantita per tutta la durata del contratto è dovrà svolgere le seguenti attività:
  • supervisione e coordinamento delle attività di fornitura;
  • pianificazione delle consegne e installazioni presso le istituzioni scolastice;
  • monitoraggio dell’andamento della consegne e della installazione e controllo del rispetto dei piani di installazione concordati;
  • monitoraggio dell’andamento dei livelli di servizio di assistenza e manutenzione per tutto il periodo di efficacia del contratti per il singolo istituto;
  • implementazione di tutte le azioni necessarie per garantire il rispetto delle prestazioni richieste;
  • risoluzione dei disservizi e gestione dei reclami da parte delle Istituzioni Scolastiche;
  • attestazione circa l’utilizzo per l’espletamento dei “Servizi Connessi” di cui al Par. 4 del Capitolato Tecnico, di personale certificato dal produttore delle LIM;
  • attestazione circa la presenza delle marcature CE e delle certificazioni richieste nel Capitolato Tecnico;
  • impegno del concorrente ad effettuare la consegna, l’installazione ed il collaudo entro il termine massimo di 70 (settanta) giorni secondo quanto disposto nei successivi paragrafi 10.1 e 10. 2 del presente Disciplinare e nel Capitolato Tecnico;
  • indicazione dei propri recapiti telefonici, telefax e e-mail di cui al paragrafo 6 del Capitolato Tecnico
  • attestazione circa la sussistenza della condizione di “partner certificato”dei marchi di tutte le apparecchiature offerte; in alternativa, attestazione circa l’impegno ad ottenere idonea certificazione in tal senso.

 

Richiesta di tipo economico da produrre a pena di esclusione: DICHIARAZIONE N. 2

 

  • Come indicato nel precedente Paragrafo 4., se i costi relativi alla sicurezza afferenti all’esercizio dell’attività svolta dall’impresa, di cui all’art. 87 c. 4 del Decreto Leg.vo n. 163/2006, sono superiori a zero, il fornitore dovrà fornire apposita dichiarazione che ne specifichi l’importo.

 

  • Idonea dichiarazione circa il possesso di fatturato globale di impresa, realizzato nell’anno precedente alla data di presentazione della propria offerta alla presente RdO, non inferiore ad Euro 100.000,00 (centomila/00).

 

  • Idonea dichiarazione circa il possesso di fatturato specifico, realizzato nell’anno precedente alla data di presentazione della propria offerta alla presente RdO, relativo alla fornitura (comprensiva dei servizi di consegna, installazione e collaudo) di soluzioni composte da Lavagna Interattiva Multimediale e Videoproiettore per la didattica nelle Scuole (scuola primaria, scuola secondaria di I e di II grado), non inferiore al 50% dell’importo posto a base d’asta della presente RdO; il possesso del requisito dovrà essere comprovato mediante la produzione di fatture.

 

Richiesta di tipo amministrativo (facoltativa): DICHIARAZIONE N. 3

 

Come dettagliato nel successivo Paragrafo 9, l’importo della cauzione definitiva è ridotto del cinquanta per cento per i concorrenti ai quali venga rilasciata, da organismi accreditati, ai sensi delle norme europee della serie UNI CEI EN 45000 e della serie UNI CEI EN ISO/IEC 17000, la certificazione del sistema di qualità conforme alle norme europee della serie EN ISO 9000.

Per fruire di tale beneficio, il fornitore segnala, in sede di offerta, il possesso del requisito e lo documenta nei modi prescritti dalla legge così come previsto dall’art. 75 del D. Lgs. 163/2006.

 

Da inserire solo per procedure superiori ai 150.00 euro:

Richiesta di tipo amministrativo (obbligatoria): DICHIARAZIONE N. 4

 

Come indicato nel precedente Paragrafo 6, il concorrente dovrà inviare in formato elettronico secondo le modalità sopra indicate (paragrafo 2.1), copia del documento attestante l’avvenuto pagamento del contributo di cui all’art. 1, comma 65 e 67, della L. 23 dicembre 2005, n. 266, recante evidenza del codice di identificazione.

 

6.2       Modalità di presentazione dell’offerta a pena di esclusione

 

Il fornitore, inoltre,per poter partecipare alla presente RdO dovrà a pena di esclusione,:

 

  • allegare all’offerta, attraverso il sistema, i documenti presenti nella RdO (Disciplinare Allegato 1, Capitolato Tecnico Allegato 2, DVRI Allegato 3) firmandoli digitalmente da parte del legale rappresentante;
  • firmare digitalmente la proposta da inserire a sistema

 

“In sede di sottoposizione dell’offerta tecnica a sistema, il concorrente dovrà, a pena di esclusione:

 

1) specificare ………………;

2) specificare ………………;

3) specificare ………………;

 

  1. MODALITA’ DI AGGIUDICAZIONE DELLA GARA

 

Le modalità di aggiudicazione della RdO potranno essere:

 

  • al prezzo più basso ai sensi dell’art. 82 del D.Lgs. n. 163/2006

 

oppure, in alternativa

 

  • all’offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi dell’art. 83 del D.Lgs. n. 163/2006,.

 

(Si rammenta infine, che ai sensi di quanto previsto dall’art. 84 del D.lgs. 163/2006 nel caso di aggiudicazione con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa la valutazione è demandata ad una commissione giudicatrice.)

 

Nel caso di parità in graduatoria tra le offerte ricevute, si applica l’articolo 18, comma 5, del D.M. 28 ottobre 1985 il quale prevede che “In caso di offerta di uguale importo, vengono svolti esperimenti di miglioria (…) in sede di valutazione delle offerte (…)”. Si procede quindi al rilancio della RdO con i soggetti che hanno presentato le migliori offerte.


8          VERIFICA TECNICA PRESSO IL PUNTO ORDINANTE

 

Nei confronti del concorrente che abbia presentato, nei modi e termini descritti nella presente RdO, nel presente Disciplinare e nel Capitolato Tecnico, la migliore offerta valida, nella fase di verifica delle offerte, la Scuola Punto Ordinante, si riserva di procedere alla verifica di quanto dichiarato nella documentazione di offerta tecnica, in merito alle caratteristiche delle apparecchiature offerte.

 

Al fine di verificare un campione dei prodotti offerti, verrà richiesto al concorrente, pena l’esclusione dalla gara:

  • di presentarsi presso la sede della Scuola Punto Ordinante entro 10 (dieci) giorni lavorativi dalla relativa richiesta, con una campione delle apparecchiature offerte al fine di procedere alla verifica di conformità e corrispondenza del campione con le tipologie, caratteristiche e funzionalità dichiarate in sede di offerta e/o indicate nel Capitolato Tecnico;
  • di consegnare, contestualmente, la documentazione, ivi comprese le schede tecniche originali dei prodotti ed i manuali d’uso, a comprova delle caratteristiche tecniche relative alle prestazioni e ai requisiti funzionali di cui al Capitolato Tecnico, nonché delle eventuali caratteristiche migliorative (solo in caso di OEV) offerte;
  • dovrà produrre l’FDR (Full Disclosure Report) generato dal benchmark per la stessa configurazione offerta, con evidenza del sistema operativo e hardware utilizzati. Tale FDR dovrà essere autocertificato dall’offerente, e pronto per una eventuale verifica presso la Bapco.
  • dovrà produrre documentazione attestante il possesso del requisito EPA Energy Star 5.0 o equivalente
  • dovrà produrre tutte le certificazioni richieste nel Capitolato Tecnico e nel presente Disciplinare

 

Qualora il concorrente non si presenti per la verifica del campione nel predetto termine, ovvero in difetto di consegna nel predetto termine del campione e/o della documentazione sopra indicata (Rapporto livello di potenza sonora, ecc.), il concorrente verrà escluso dalla procedura.

 

La verifica verrà effettuata alla presenza del concorrente il giorno in cui lo stesso si presenterà presso il Punto Ordinante (sempre che sia entro il predetto termine di 10 (dieci) giorni dalla data indicata nell’apposita comunicazione); la verifica avverrà a cura ed onere del concorrente e sarà responsabilità del medesimo concorrente predisporre le apparecchiature e tutte le procedure (di installazione e configurazione) necessarie allo scopo. Delle operazioni di verifica verrà redatto apposito verbale.

 

In caso di esito negativo della verifica, quindi nelle ipotesi di

  1. a) mancata corrispondenza dei singoli prodotti del campione con la tipologia indicata in offerta,
  2. b) mancata conformità delle caratteristiche e funzionalità riscontrate nel campione con le caratteristiche e funzionalità richieste nel Capitolato Tecnico
  3. c) mancata corrispondenza delle caratteristiche e funzionalità riscontrate nel campione con le caratteristiche e funzionalità, minime ed eventualmente migliorative, dichiarate in sede di offerta e/o richieste nel Capitolato Tecnico

 

il concorrente verrà escluso dalla gara e si procederà alle incombenze di cui al presente paragrafo nei confronti del concorrente che segue nella graduatoria di merito.

 

In caso di esito positivo della verifica tecnica si procede con l’aggiudicazione.

 

Per tutto quanto non richiesto nel presente disciplinare si rimanda a quanto regolamentato attraverso le funzionalità del sistema.

 

 

9          ULTERIORI ADEMPIMENTI

 

Nel termine di 10 (dieci) giorni solari decorrenti dal ricevimento della comunicazione di aggiudicazione definitiva il Fornitore dovrà far pervenire al Punto Ordinante la seguente documentazione e certificazione di legge:

  1. idoneo documento comprovante la prestazione di una cauzione definitiva, in favore della Istituzione scolastica Punto Ordinante, a garanzia degli impegni contrattuali, il cui importo sia conforme alla disciplina prevista dall’art. 113 del D.Lgs. 163/2006 che a tal fine si richiama. La cauzione dovrà avere efficacia per tutta la durata del contratto di cui al paragrafo 10.3 e, successivamente alla scadenza di tale termine, sino alla completa ed esatta esecuzione da parte del Fornitore di tutte le obbligazioni nascenti dal contratto medesimo. La cauzione sarà progressivamente svincolata a misura dell’avanzamento dell’esecuzione contrattuale secondo la disciplina stabilita dall’art. 113 del D.Lgs. 163/2006 che a tal fine si richiama. Si precisa che:
  • la fidejussione bancaria o polizza assicurativa dovrà avere sottoscrizione dalla quale si evincano con chiarezza i poteri di firma del fideiussore o dell’assicuratore;
  • dovrà, inoltre, prevedere espressamente (i) la rinuncia espressa al beneficio della preventiva escussione del debitore principale, (ii) la rinuncia all’eccezione di cui all’art. 1957, comma 2, del codice civile, (iii) l’operatività della garanzia medesima entro quindici giorni, a semplice richiesta scritta della stazione appaltante e (iv) dovrà essere estesa a tutti gli accessori del debito principale, a garanzia dell’esatto e corretto adempimento di tutte le obbligazioni, anche future ai sensi e per gli effetti dell’art. 1938 cod. civ., nascenti dal Contratto.

L’importo della cauzione definitiva è da ritenersi pari al 10% sul valore del contratto aggiudicato. Inoltre, tale importo della cauzione definitiva è ridotto del cinquanta per cento per i concorrenti ai quali venga rilasciata, da organismi accreditati, ai sensi delle norme europee della serie UNI CEI EN 45000 e della serie UNI CEI EN ISO/IEC 17000, la certificazione del sistema di qualità conforme alle norme europee della serie EN ISO 9000, ovvero la dichiarazione della presenza di elementi significativi e tra loro correlati di tale sistema, così come previsto dall’art. 75 del D. Lgs. 163/2006. Per fruire di tale beneficio, il fornitore segnala, in sede di offerta, il possesso del requisito e lo documenta nei modi prescritti dalla legge.

 

La documentazione richiesta dovrà essere inviata presso la casella di posta elettronica …………………( inserire la casella di posta elettronica indicata dal Punto Ordinante dell’Amministrazione al momento della presentazione della domanda di Registrazione, destinata alle comunicazioni relative al Mercato Elettronico) ovvero in alternativa e, ove non sia possibile produrre la detta documentazione in formato elettronico (ad es. documento comprovante la prestazione della cauzione definitiva di cui alla lettera a), mediante (selezionare la o le modalità preferita/e tra quelle indicate di seguito) servizio postale, a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento, o mediante corrieri privati o agenzie di recapito debitamente autorizzati, ovvero consegnato a mano da un incaricato dell’impresa, in busta chiusa recante all’esterno la dicitura ………………, alla ………………via ……….

 

Ai sensi dell’art. 16-bis, comma 10 D.L. 185/2008, convertito con modificazioni in Legge n. 2/2009, il Punto Ordinante procederà ad acquisire d’ufficio il Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC).

 

Al fine di consentire all’Istituzione Scolastica Punto Ordinante la verifica dei requisiti di ordine generale, a seguito dell’aggiudicazione definitiva, il fornitore aggiudicatario dovrà produrre idonea dichiarazione attestante la mancanza delle cause di esclusione di cui all’art. 38 del D. Lgs. 163/2006.

 

 

  1. CONDIZIONI PARTICOLARI DI FORNITURA

 

ATTEZIONE: le seguenti condizioni particolari devono considerarsi indicative, la scuola Punto ordinante dovrà verificare la loro rispondenza e completezza rispetto a quanto previsto nel Capitolato tecnico dalla stessa predisposto per la RDO.

 

Le Condizioni Generali del Contratto di fornitura che verrà concluso in caso di accettazione dell’offerta del Fornitore sono integrate e modificate dalle clausole che seguono, le quali prevarranno in caso di contrasto con altre disposizioni del Contratto (in particolare con quanto previsto dalle Condizioni Generali di Contratto e con il contenuto dell’offerta).

Per quanto non espressamente previsto nel presente punto 10 si rinvia alle disposizioni delle Condizioni Generali di Contratto.

 

10.1     Consegna, installazione e Collaudo dei Prodotti

1) Il Fornitore dovrà predisporre e condividere con la Scuola Punto Ordinante, entro 15 (quindici) giorni lavorativi, decorrenti dal primo giorno lavorativo successivo alla data di stipula della RdO a Sistema, il Piano delle Consegne , delle Installazioni e dei Collaudi ed il Piano di Addestramento. Il Piano delle Consegne, delle Installazioni e dei Collaudi dovrà indicare il luogo di consegna, di cui al precedente Par. 5, la data di consegna installazione e di collaudo/i. Il Piano di Addestramento dovrà indicare conformemente a quanto previsto dal Par. 5 del Capitolato tecnico il calendario delle lezioni che il Fornitore dovrà tenere ai docenti dell’ Istituzione scolastica.

2) Il termine ultimo previsto per la consegna, l’installazione ed il collaudo di tutti i prodotti e l’espletamento di tutti i servizi oggetto del presente Contratto è 70 (settanta) giorni lavorativi dalla stipula della presente RdO a sistema (questo è il termine ultimo previsto per la consegna di tutti i prodotti presso ogni Istituto scolastico tenendo conto dei termini fissati per ciascuna consegna) . Si precisa che i 70 (settanta) giorni includono i 15 (quindici) giorni lavorativi per la predisposizione del Piano delle Consegna, delle Installazioni e dei Collaudi e del Piano di Addestramento.

3) I prodotti acquistati oggetto del presente Contratto dovranno, pena l’applicazione delle penali di cui alle Condizioni Generali di Contratto, essere consegnati entro il termine di consegna, indicati dal Fornitore nel Piano della Consegna delle Installazioni e dei Collaudi.

All’atto della consegna e della verifica di consistenza delle apparecchiature, nonché dopo installazione e montaggio, presso l’Istituzione Scolastica Punto Ordinante, il Fornitore dovrà redigere un verbale in contraddittorio con l’Istituzione Scolastica, così come meglio specificato all’art. 5, comma 4 della Condizioni Generali di Contratto allegate al Bando (MEPA).

Nel caso di esito negativo dell’installazione presso l’Istituzione Scolastica Punto Ordinante, il Fornitore dovrà sostituire entro 2 (due) giorni lavorativi le apparecchiature non perfettamente funzionanti svolgendo ogni attività necessaria affinché l’istallazione sia ripetuta e positivamente superata.

Nel caso in cui l’installazione presso l’Istituto Scolastico Punto Ordinante abbia esito negativo, l’Amministrazione contraente (Istituto Scolastico Punto Ordinante) ha facoltà di dichiarare risolto di diritto il contratto di fornitura in tutto o in parte secondo le modalità di cui al comma 1 dell’art. 12 delle Condizioni Generali di Contratto.

 

10.2     Durata

 

1) Il contratto di fornitura avente ad oggetto la fornitura di ……….. e relativi servizi connessi ha durata di 36 (trentasei) mesi[1] <eventuale> ovvero la diversa durata offerta per il servizio di assistenza e manutenzione in garanzia quale requisito migliorativo, decorrenti dalla Data di Accettazione della fornitura coincidente con la data di esito positivo del collaudo effettuato, così come indicato nel Piano delle Consegne e dei Collaudi

 

2) Il servizio di assistenza e manutenzione in relazione a ciascuna installazione ha una durata pari a 36 (trentasei) mesi <eventuale> ovvero la diversa durata offerta per il servizio di assistenza e manutenzione in garanzia quale requisito migliorativo decorrenti dalla relativa data di collaudo positivo della singola fornitura.

 

10.3 Rischi specifici da interferenze

 

  1. l’ Istituto scolastico, ai sensi dell’art. 26 del D. Lgs. 81/2008, entro il medesimo termine previsto in capo al fornitore per la presentazione del Piano della Consegna, Installazione e del Collaudo del Piano di Addestramento, di cui al precedente par. 7.1 provvederanno ad integrare il Documento di valutazione dei potenziali rischi da interferenze allegato ai documenti della RDO, riferendolo ai rischi specifici da interferenza presenti nel luogo in cui verrà espletato l’appalto. In tale sede l’ Istituto scolastico indicherà i costi relativi alla sicurezza (anche nel caso in cui essi siano pari a zero).
  2. Il Fornitore dovrà sottoscrivere per accettazione l’integrazione di cui al precedente comma. La predetta integrazione costituisce parte integrante e sostanziale dei documenti contrattuali.

 

10.4     Penali

 

Gli eventuali inadempimenti contrattuali che daranno luogo all’applicazione delle penali così come stabilite dalle Condizioni Generali del Contratto, dovranno essere contestati al Fornitore, secondo le modalità ivi previste, dal Punto Ordinante.

 

10.5     Corrispettivo e Fatturazione

 

Si trascrivono di seguito i riferimenti per la fatturazione.

 

Prodotto Quantità Indirizzo fatturazione Intestatario fattura CF Amministrazione

 

[1] Il termine di durata indicato è pari alla durata del servizio di assistenza e manutenzione in garanzia, che può essere quella minima di 36 mesi, ovvero superiore nel caso in cui venga richiesta quale requisito minimo dal PO, ovvero prevista quale requisito migliorativo successivamente offerto dal fornitore aggiudicatario. Pertanto va adattata al caso specifico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.